L’imbroglietto, variazioni sul tema @Fabbricanti di mondi

Questa presentazione richiede JavaScript.

Foto e articolo di Diego Cantore

Quarto appuntamento alla Fabbrica del Vapore di Milano della rassegna teatrale “Fabbricanti di mondi”, promossa da TheArtLand e Lyra Teatro.

La Compagnia Habitas, proveniente da Roma, presenta il suo divertissement “L’imbroglietto – variazioni sul tema” uno spettacolo dai toni surreali che rimanda al teatro di Karl Valentin e Liesl Karlstadt, agli Esercizi di stile di Queneau e a La Lettera di Paolo Nani.

Karl e Stadt, due buffi clown devono entrare a teatro, chi per vedere uno spettacolo, chi per mangiarsi una poltrona. Ma bisogna superare l’ostacolo rappresentato dalla bigliettaia, un MacBook.
Questo il tema di base. Poi, grazie alla bravura degli interpreti lo spettatore fa un divertente viaggio tra le variazioni proposte: alla velocità supersonica, in stile Teatro Kabuki, alla guisa dell’armata Brancaleone (in foggia di burattini), di Star Wars e per finire simulando un percorso evolutivo che va dalle amebe all’homo sapiens, passando per dinosauri e scimmie.

Il sorriso stampato in bocca rimane impresso lungo tutto il tempo della pièce.
Semifinalisti al Roma Fringe Festival 2017.

con Livia Antonelli, Valerio Puppo, un MacBook Pro
testo e regia Niccolò Matcovich